Un maggio ricco di cultura ed eventi a Venezia!

Maggio è un mese perfetto per visitare le meraviglie di Venezia. Il mite clima primaverile vi risparmierà dall’afa estiva offrendovi l’occasione di vivere appieno la città lagunare, con il suo meraviglioso intrigo di calli e canali

Moltissime le mostre di Maggio ospitate dalla rete museale veneziana, che permetteranno di unire tutta la cultura di Venezia alla vostra voglia di un weekend di svago estivo.

L’evento predominante è senz’altro la Biennale d’Arte di Venezia, che prenderà il via il 9 maggio per terminare il 22 novembre 2015. Come sempre la rassegna attirerà turisti e addetti ai lavori da tutto il mondo grazie al suo fascino e ai suoi contenuti. La Biennale richiede certamente del tempo per essere compresa e vissuta a pieno. Per questo valutate un soggiorno in un appartamento in affitto vacanza in Zona Biennale: sarete lì in un momento e potrete godervi la mostra appena usciti dalla porta di casa!

Dal 7 maggio le Gallerie dell’Accademia ospitano la mostra Mario Merz – Unreal City mentre alla Peggy Guggenheim Collection troviamo una retrospettiva su Charles Pollock, fratello del celebre genio dell’Espressionismo astratto americano Jackson Pollock.

Se invece siete appassionati di storia non potete perdersi una mostra di grande respiro dedicata ai temi più rappresentativi delle tendenze artistiche dominanti della Repubblica di Weimar, organizzata dal Los Angeles County Museum of Art (LACMA) in collaborazione con la Fondazione Musei Civici di Venezia. Si tratta di NUOVA OGGETTIVITÀ – Arte in Germania al tempo della Repubblica di Weimar 1919-1933, ospitata dal Museo Correr dal 1 maggio 2015.

Infine per gli sportivi proponiamo un evento assolutamente suggestive: la Moonlight Half Marathon, una corsa da Cavallino Treporti a Jesolo che avrà come cornice lo scenario unico della laguna di Venezia, la luce del tramonto e la vita notturna di Jesolo: tutto questo il 23 maggio 2015. Un appartamento in affitto vacanza a Jesolo è l’ideale per godervi appieno questa insolita e affascinante manifestazione, che terminerà in piazza Mazzini, al centro della movida del litorale.

Eventi culturali a Venezia nel mese di Marzo

Venezia per secoli ha dominato il Mediterraneo con i suoi commerci e i fiumi di denaro che entravano nelle casse della Serenissima hanno contribuito a renderla una città splendida, ricca di meravigliose architetture e un crogiolo dove si incontravano le culture d’oriente con quelle d’Occidente. Nonostante siano trascorsi i secoli e i fasti della repubblica marinara siano ormai lontani, Venezia non ha mai rinunciato alla sua vocazione culturale e, ancora oggi, manifestazioni ed eventi si susseguono tutto l’anno attirando migliaia di turisti.

Il mese di marzo presenta un calendario quanto mai ricco e, chi volesse approfittare delle interessanti proposte teatrali, musicali, museali, delle mostre temporanee e regalarsi qualche giorno di soggiorno veneziano, può affittare uno dei tanti appartamenti vacanza a Venezia proposti da Venicesplash. Arredate di tutto punto e con grande cura, consentono di trascorrere dei giorni veneziani immergendosi pienamente nell’affascinante atmosfera lagunare.

Ma ecco una breve rassegna di ciò che promette Venezia durante il mese di marzo.

Se ci si trova a soggiornare in laguna nella prima quindicina di marzo si è in tempo per visitare la mostra temporanea La poesia della Luce, che si tiene al museo Correr. Si tratta di 130 disegni che rappresentano Venezia e che sono stati realizzati dal XVI al XIX secolo. Tutti provengono dalla Gallery Art of Washigton ed è stato lo stesso Andrew Robison, il Senior Curator del settore disegni e stampe del museo americano a curare la mostra.
Le opere che si possono ammirare sono dei principali artisti italiani che hanno lavorato a Venezia in passato: Veronese, Mantegna, Carpaccio, Tiepolo, Canaletto, Lorenzo Lotto, Giorgione e Tiziano e dei tanti stranieri che si sono lasciati ammaliare dalla magia della città dei dogi. Tra gli altri ci sono i disegni di James McMeal Whistler e John Sargent.
Sempre chi giunge in città all’inizio del mese può approfittare degli ultimi giorni di apertura (fino all’8 marzo) de La Divina Marchesa, la mostra presso il Museo Fortuny che rievoca la vita di Luisa Casati, la nobile che incantò D’Annunzio che fu musa ispiratrice di molti aritisti della Belle Epoque.

Chi preferisce le visite guidate gratuite può invece prenotare un tour di Palazzo Loredan (fino al 7 maggio), che è sede dell’Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti. Il Palazzo nasconde sale decorate da stucchi e affreschi e, tra i tanti busti e dipinti, si può ammirare anche un’opera del Tintoretto nella Sala delle Adunanze. Interessantissime le biblioteche ricchissime di volumi antichi.
Palazzo Loredan, fino al 15 aprile, è sede anche della mostra Within Light – Inside the Glass che celebra l’Anno della Luce con un’esposizione di opere in vetro la cui bellezza viene esaltata dall’uso sapiente della luce che viene riflessa, distorta o spezzata dalla rifrazione. I pezzi sono opera di mastri vetrai di Murano, ma anche di artisti che utilizzano i più moderni metodi di lavorazione del vetro.
Sempre parlando di vetro, durante tutto il mese di marzo è possibile visitare il Museo del Vetro di Murano che ha appena riaperto le porte al pubblico dopo una chiusura che ha visto il suo nuovo allestimento. Si possono ammirare meravigliosi oggetti di vetro soffiato e colorato e nelle diverse sale si può rendersi conto delle mode che si sono succedute nel tempo, dal Settecento fino ai giorni nostri.

Il calendario primaverile delle mostre veneziane prosegue poi con la straordinaria A Occhi Spalancati, rassegna di cinquanta tele di impressionisti russi che provengono dalla raccolta che entrerà a far parte del futuro museo che sorgerà a Mosca sull’impressionismo. Le opere, che illustrano paesaggi e scene di vita urbana, sono di artisti quali Korovin, Serov, Rogozin e molti altri si possono ammirare a Palazzo Franchetti fino al 12 aprile.
Per rimanere sempre in ambito di artisti russi, la Fondazione Querini Stampalia propone i magnifici arazzi di Grisha Bruskin, artista vivente che ha dedicato la sua arte alla tematica ebraica con scene di vita quotidiana degli ebrei russi del passato. Agli arazzi si affiancano numerose tele dipinte da Bruskin dopo un’attenta ricerca di immagini e ricordi degli ebrei che hanno vissuto e che ancora vivono in Russia.

Fino al 12 aprile si possono visitare anche le tre mostre fotografiche che si tengono alla Casa dei Tre Oci. Il piano terreno del singolare edificio ospita una rassegna dedicata ai ritratti di Francesco Maria Colombo, dove volti di attori, registi , scrittori, filosofi e artisti si mostrano ai visitatori nel loro contesto di lavoro. Ecco così Dario Fo a teatro e poi ancora Toni Servillo, Margherita Hack, Claudia Gerini, Bernanrdo Bertolucci e tanti altri. Al piano nobile invece le fotografie hanno come tema le gallerie veneziane, mentre al secondo piano sono esposte le opere del circolo fotografico La Gondola.

Passando alla musica va segnalata la stagione lirica del Teatro La Fenice che propone per il mese di marzo Alceste di Gluck e La Traviata di Verdi insieme a diversi concerti sinfonici, ma decisamente innovativa è la prima stagione del Venetian Centre for Baroque Music. Sono infatti previsti per il 14, il 26 e il 27 marzo serate all’insegna della musica italiana cinquecentesca e seicentesca.

Insomma un carnet ricchissimo di eventi a cui si vanno ad aggiungere le rappresentazioni teatrali sui vari palcoscenici cittadini.

Cosa aspettate? Prenotate un appartamento in affitto nel cuore a Venezia a due passi dalle principali mete turistiche, come Ca’ dei Botteri, e preparate a vivere un soggiorno all’insegna dell’arte e della cultura!