Dove dormire a Venezia: Isola della Giudecca

Venezia  in agosto è ricca di eventi, e se ancora non sapete cosa vi attende a fine mese, qui potete trovare le dieci cose da fare in agosto a Venezia.

Ma in una Venezia affollata di turisti, è possibile ritagliarsi un angolo di pace?

Certo che si! L’ideale è un affittare un appartamento in Giudecca. Di fatto, l’isola della Giudecca, insieme ai quartieri Castello e Canareggio, è considerata un luogo in cui si possono ritrovare ancora gli scorci più genuini della vecchia città.

Conosciuta per la sua lunga banchina, le sue chiese e la Festa del Redentore,  qui si respira un’atmosfera tranquilla e non eccessivamente affollata di turisti.

VeniceSplash vi propone due alternative interessanti per il vostro soggiorno in questa zona residenziale esclusiva.

Immaginate un ampio appartamento, situato al quinto piano, luminoso e con una vista incantevole su Lido e Laguna, questo è MOLINO STUKY, situato nel rinomato complesso Mulino Stucky, in gran parte trasformato in Hilton Hotel. Nel prezzo è compresa la navetta verso Venezia.

Preferireste qualcosa di più esclusivo? BYZANTINE fa al caso vostro. Novanta metri quadrati elegantemente arredati con opere d’arte, è l’ideale per una famiglia o per due coppie. Situato al piano terra, con molto verde attorno, e a due passi dall’Hilton e dal Molino Stucky.

10 cose da vedere a Venezia nel mese di Agosto

10 cose da vedere a Venezia in agostoNon avete ancora organizzato le ferie e siete alla ricerca della meta ideale?

Le città si svuotano, ma Venezia si anima e offre una ricca varietà di eventi tra mostre, concerti, serate di cinema all’aperto e spettacoli in campo. Dal patrimonio culturale alle spiagge del Lido, Venezia è la meta ideale per chi cerca il relax, ma senza rinunciare a qualche evento itinerante.

Per non perdere il meglio dell’estate lagunare, ecco le dieci cose da vedere a Venezia in agosto:

  1. CINEMA – Cinema Sotto le Stelle 2014: 34esima edizione della rassegna cinematografica Cinema Sotto le Stelle, che prevede la proiezione di 23 film tra i più recenti presenti nel panorama cinematografico, appartenenti a vari generi. Arena di Piazza Mercato, Marghera, dall’ 1 al 26 agosto 2014. In attesa della Biennale del Cinema, uno dei concorsi cinematografici più importanti al mondo, che si svolgerà al Lido dal 29 agosto all’ 8 settembre.
  2. FOTOGRAFIA – Volete vedere con i vostri occhi com’era Venezia due secoli fa? Il Museo Nazionale di Villa Pisani ospiterà fino al 2 novembre 2014 la mostra “Luce su Venezia. Viaggio nella fotografia dell’Ottocento”, duecento preziose foto-incisioni che registrano fedelmente l’immagine della città e dei suoi luoghi.
  3. ISOLE – Venezia è fatta anche di isole, quelle da vedere assolutamente sono due: Isole di Burano e Murano. Visitare Burano è qualcosa di unico: rimarrete affascinati dai suoi mille colori e dalle case colorate che si riflettono nelle acque verdi dei canali, dal Campanile storto, dalla tranquillità e dalla calma degli abitanti. Impossibile non essere sorridenti dopo una passeggiata per le sue strade!
  4. TEATRO – Il 42esimo Festival internazionale del Teatro, inaugura il 2 Agosto al Teatro della Fenice. Dal 2 all’11 agosto, si susseguiranno 10 giorni di spettacoli internazionali tra campi e teatri, con incontri, eventi e worksho con i grandi nomi del teatro contemporaneo.
  5. VISITE NOTTURNE – Arsenale Sotto le Stelle 2014 – Suggestive visite in notturna all’antico Arsenale di Venezia. La prima visita con ingresso alle ore 20.00, seconda entrata alle ore 20.30. Non dimenticate di prenotarvi sul sito del Comune di Venezia, disponibili solo giovedì 7 e 14 agosto! 😉
  6. MOVIDA – con i suoi tantissimi locali alla moda, discoteche, eventi, feste ed happy hour, Jesolo fa concorrenza a Rimini e Riccione. Se cercate nightlife e movida, questo è il posto giusto!
  7. ARTE e CULTURA – Il Museo Ebraico è uno scrigno di storia e arte a Canareggio, in uno degli angoli più suggestivi di Venezia. Se non ci siete ancora stati, rimediate, il museo merita una visita!
  8. MUSICA – Estate Village 2014: Fino all’8 agosto, musica e spettacoli d’animazione al Parco San Giuliano di Mestre, facilmente raggiungibile dalla città. Varietà di offerta musicale, ma anche per quel che riguarda la ristorazione, che va dalla cucina etnica a quella tradizionale, dalla pizza al kebab.
  9. SPIAGGIA – Per chi volesse godersi sole e mare, l’isola offre le dune sabbiose di San Nicolò e degli Alberoni, gli scogli dei Murazzi e la spiaggia del Bluemoon. Come sono raggiungibili? Semplicissimo, prendendo il vaporetto da Piazzale Roma, per la fermata Santa Maria Elisabetta.
  10. DOVE ALLOGGIARE, perché… non vi resta che cercare una cosa: dove dormire a Venezia!
    Le proposte sono varie e c’è l’imbarazzo della scelta! Se non volete farvi mancare nulla, questo appartamento a Canareggio fa per voi! Si affaccia sul canale di Cannaregio e si trova in una delle zone più autentiche di Venezia, poco lontano dal Ghetto ebraico. Ma l’offerta è ampia! Se preferite rimanere nel cuore della città, un appartamento a San Marco al confine tra sestiere San Marco e sestiere Castello, si rivela un’ottima soluzione. Se invece prediligete le vacanze al mare provate questo appartamento a Jesolo in affitto per qualche giorno. Non vi resta che rilassarvi e godervi la città più bella del mondo!

 

 

Stay hungry, stay yatching, stay in Venice(splash).

steve jobs yacht, philippe stark, venice

 

steve jobs yacht veniceRiuscirà mai Venicesplash ad affittare a turisti d’alto bordo (è il caso di dire) uno yacht come questo?

È attraccato in questi giorni in Riva degli Schiavoni il «Venus» , un maxi-yacht di lusso disegnato da Philippe Starck per il fondatore di Apple Steve Jobs. Una nave dalle linee semplici ma innovative e eleganti che il magnate di Cupertino non ha mai potuto usare, perché è morto nell’ottobre 2011.

Lo yacht era stato commissionato da Jobs al designer francese: la nave è costata più di 100 milioni di euro (81,2 milioni di sterline). «Venus», infatti, è stato varato il 28 ottobre 2012 nel Cantiere Feadship di Aalsmeer, in Olanda. Ma pochi mesi dopo, il 21 dicembre 2012, lo yacht è stato sequestrato nel porto di Amsterdam, a causa di una disputa sul pagamento. Philippe Starck sosteneva che gli eredi di Jobs gli dovessero ancora tre milioni della sua quota di 9 milioni per il progetto. Lo yacht è stato poi dissequestrato il 24 dicembre 2012, dopo che si è arrivati a un accordo.

Lungo circa 80 metri e rivestito di alluminio, «Venus» è ispirato al minimalismo che caratterizza anche i prodotti Apple voluti da Steve Jobs. All’interno i computer di bordo sono degli iMac di 27 pollici e tutto è ispirato dall’alta tecnologia. Lo yacht porta in giro per il mondo i membri della famiglia Jobs, che in questi giorni sono dunque in vacanza a Venezia.

Nel caso i proprietari volessero passare qualche giorno con i piedi all’asciutto potremmo proporrre loro una sistemazione come questa proprio di fronte alla Basilica dei Frari.

Fonte: La Nuova Venezia

Toh, Verona

verona stemma venicesplashVenicesplash sbarca a Verona. E presto sarà con i piedi a mollo nel Lago di Garda. Prosegue la volontà di allargarsi al di fuori di Venezia. L’Appartamento Castello ed il Casa Liberty sono due splendidi esempi di abitazioni veronesi del centro storico. A proposito: avete conoscenti o parenti con seconde case sparse nei territori della ex Serenissima? Passategli questo e questo link 🙂

Maggio a Jesolo?

Venicesplash_jesolo

Venicesplash_jesolo Maggio a Jesolo. Molti ‘arditi’ arrivano anche a Marzo o Aprile ma Maggio è più sicuro. Non così affollato ma già caldo. Questo appartamento fronte mare di tre stanze con doppi servizi ed ampia terrazza vi permette di alzarvi dal letto, farvi il caffè, uscire e mettere il piede sulla sabbia calda. E’ infatti al piano terra con spiaggetta privata. Posto spiaggia e posto auto recintati sono compresi nel prezzo.

I bimbi lasciateli scorazzare in spiaggetta assieme a quelli di altre famiglie mentre voi siete al vicino supermercato. Un cancelletto vi porta all’arenile pubblico e quindi al mare che è lì di fronte. Il chiosco dei gelati? Lì a sinistra 🙂

 

Piazza Aurora a due passi, Piazza Mazzini a quattro.

C’è perfino il custode 🙂

 

Turismo motore d’Italia

vecchia_locandina_venezia

vecchia_locandina_veneziaTutto nasce da una vecchia locandina degli anni 50/60. Chi scrive è l’Ente per il turismo italiano a New York.

Date un’occhiata al ‘body copy’: lo Stivale aveva bellezze da vendere e ne andava fiero. Soprattutto ci credeva, non come ora che il turismo del Paese Italia non fa sistema (nazioni come l’Equador, il Senegal, La Spagna etc  si sono dotate di una identità turistica forte, asciutta e ben identificabile e la esportano in tutto il mondo. Noi no. ) e si disperde in mille rivoli.

La prima parte del testo è markettara e scomoda perfino il Rinascimento ed Illuminismo (‘bringing with pleasure and beauty a deeper appreciation of the courses ans currents of man’s progress through the centuries’) per poi passare ad un più pragmatico ‘dollaro forte’ (‘the excellent dollar values) che dovrebbe convincere gli americani a spendere per il viaggio. Sovrasta il tutto un gondoliere. Nella sua semplicità il messaggio è forte e chiaro.

A proposito di ‘sistema’: Romano Prodi nel novembre 2013 scrisse che impostare questa visione turistica a livello Paese e non divisa in mille uffici turistici locali porterebbe entrate e posti di lavoro. Soprattutto spaventa ed inorgoglisce il fatto che pur frenato da mille campanilismi, burocrazie e mancanza di fondi, il turismo italico dovrebbe continuare a crescere nei prossimi anni. Pensate se l’offerta fosse forte e chiara, libera da regole anteguerra e con qualche denaro. Lo commenta bene Claudio Martinolli qui

Airbnb la spunta fra i tulipani

http://blog.venicesplash.com/wp-content/uploads/2014/02/hand_shake.jpg

http://blog.venicesplash.com/wp-content/uploads/2014/02/hand_shake.jpgAirbnb è uno dei più grandi players sul mercato. Venicesplash ci collabora quotidianamente condividendo le vostre proprietà anche sulle sue pagine grazie al nosro multichannel. L’anno scorso Airbnb ha avuto noie con le autorità olandesi ed in particolare il Municipio di Amsterdam che non vedeva di buon occhio l’idea che centinaia di privati cittadini potessero allegramente affittare i propri appartamenti o stanze senza che vi fosse sopra  longa manus dell’autorità. La sharing economy non andava loro a genio. Da pochi giorni sembrano essere arrivati ad un’intesa, tutto sommato simpatica, nata dall’idea condivisa di contribuire a rendere la città sempre più ospitale con ogni mezzo anche grazie ai vacation rentals.

Se un abitate della ‘Venezia del nord’ affitta casa sua per meno di due mesi e comunque a non più di quattro persone per volta non ha problemi. Se sfora i due mesi diventa un’attività commerciale a tutti gli effetti.  Altra cosa intelligente rivolta a property managers & proprietari: alla fine dell’anno debbono munirsi di uno speciale modulo riguardante la tassa di soggiorno, fare il calcolo del dovuto a seconda delle prenotazioni effettuate e pagare. Vuoi mettere rispetto alla farraginosa Italia dove il povero proprietario deve inviare all’indomani di OGNI soggiorno i pochi euro di tassa di soggiorno al Comune con evidenti spese di commissioni e tempo e poi carte e burocrazie varie? Altrettanto logico potrebbe essere far pagare ad inizio anno una sorta di ‘tassa’ a ciascuna proprietà in base a localizzazione, metri quadrati o posti letto. Dopo di ciò il proprietario può ricevere tutte le prenotazioni che riesce ad avere. Senza preoccuparsi più di nulla.

Voi cosa ne pensate?

Gruppo numeroso? Loro qui e voi di là.

gruppo numeroso
gruppo numeroso
Installazione di Spencer Tunick

A volte succede. Ti chiedono due appartamenti non troppo lontani

perché sono due famiglie o due coppie e vogliono poter stare vicini.

Il DOGE PALACE è quello che fa per loro. In realtà sono ben 8 appartamenti tutti in una stessa palazzina. Quindi non ci sono problemi. Ben assortiti per capienza e tipologia.

Sono l’ideale anche per una scolaresca!! 🙂