Piccole soddisfazioni

consigli-venicesplash

consigli-venicesplash

Una proprietaria ci chiede quale vino far trovare al cliente al check-in. Sono piccole soddisfazioni. Una chiacchierata fatta con la proprietaria qualche giorno prima circa le attenzioni da rivolgere ai viaggiatori si trasforma in richiesta concreta e proposta elegante.

Vista la zona un Prosecco è d’obbligo ma Venezia vuol dire anche Malvasia, il vino che veniva trasportato in  laguna da Malta fino alla conquista araba dell’isola nel 870 d.c. Malvasia è un termine ancora presente in città, sia in toponomastica che in associazioni .

Visto il carattere internazionale e ‘meticciato’ di Venezia anche un siciliano Nero D’avola non sarebbe male o un sabaudo Barolo (certo in quest’ultimo caso non è più un semplice omaggio ma un vero gesto d’amore nei confronti del cliente).

Un Sauvignon friulano o un cabernet veneto saranno più che sufficienti.

Per accompagnare i cioccolatini lasciati sui cuscini profumati niente di meglio di un moscatello 🙂

 

 

Rispondi