Riapre il Museo del vetro a Murano

Fonte: MyVenice.

È un museo completamenvetro-murano11te trasformato quello che riapre al pubblico a Murano dal 9 febbraio, per rac- contare una grande storia. Spazi espositivi quasi rad- doppiati, un progetto museografico totalmente rinno- vato, allestimenti e percorsi ridisegnati consentiranno ai visitatori di cogliere gli snodi chiave dell’avventura del vetro a Murano e di godere appieno dei capolavori – in molti casi unici – qui custoditi. Il Museo del Ve- tro di Murano, uno dei dodici della Fondazione Musei Civici di Venezia, è forse l’unico luogo al mondo dove l’arte del vetro è raccontata fin dalle sue origini: dagli esempi di vetri romani tra il I e il III secolo d.C. alle creazioni del Rinascimento, fino ai virtuosismi innova- tivi del Settecento che anticipano l’insperata rinascita del vetro alla fine del XIX secolo e le sperimentazioni del Novecento. Certamente è l’unico museo dedicato al vetro artistico inserito in un contesto produttivo ancora fortemente attivo e radicato, grazie alle tante fornaci e vetrerie tutt’oggi operanti a Murano. L’ampliamento, con il recupero di una parte delle ex Conterie, e il restyling sono stati possibili grazie al cofinanziamento del Fondo di Sviluppo Regionale dell’Unione europea e all’intervento del Comune di Venezia. In questo modo il progetto ha coinvolto sia le storiche sale di Palazzo Giustinian (dove il Museo ha sede dal 1861), sia un’area dell’ex fabbrica di perle di vetro adiacente il giardino del Museo. Nel 1898 più imprese dedite alla produzione di perline si riunirono nel complesso sorto tra Palazzo Giustinian e la Basilica di San Donato, nel cuore di Murano: un’unica grande azienda, la Società Venezia- na Conterie, che tra il 1940 e il 1970 arrivò a occupare più di tremila addetti, fino alla chiusura nel 1993. Ora gli ambienti restaurati del complesso industriale sono diventati un fascinoso white cube, che mantiene però negli archi e nelle trabeazioni le linee architetto- niche del preesistente edificio e che coniuga la luce artificiale con quella naturale, proveniente dall’affaccio sulla Fondamenta Giustinian.

Una sistemazione per soggiornare in zona Castello ovvero in un’area non troppo lontana da Murano? Ecco ad esempio il Ca Bianca oppure il Ca’ degli Scacchi o ancora il Ca’ dolce Vita o infine il Biennale Apartment

Buon soggiorno e buona visita al Museo !!

 

 

Rispondi