La Festa del Redentore: un appuntamento imperdibile dell’estate veneziana

La Festa del Redentore è una festa tradizionale della città lagunare, celebrata la terza domenica di luglio, giornata in cui si rievoca la fine della peste del 1577.

Nella seconda metà del Cinquecento la Serenissima fu colpita dal flagello della peste, che causò la morte di più di un terzo della popolazione di allora in soli due anni. Il 4 settembre 1576 il Senato decise che il Doge avrebbe dovuto costruire una chiesa dedicata al Redentore, affinché questi intercedesse per far finire la pestilenza. La chiesa fu costruita su progetto del Palladio nell’isola della Giudecca. Il 13 luglio 1577 la pestilenza fu dichiarata definitivamente debellata e si decise di festeggiare la liberazione dalla peste ogni anno la terza domenica del mese di luglio, con una celebrazione religiosa e una festa popolare.

Dopo quasi cinque secoli questa tradizione è ancora attiva e fortemente sentita dai veneziani. La Festa del Redentore è uno degli eventi più famosi della città lagunare, vissuto intensamente dai suoi abitanti e molto atteso dai turisti che accorrono in migliaia per assistere allo straordinario spettacolo pirotecnico nel bacino di San Marco. Vista la massiccia affluenza di turisti, vi consigliamo di Prenota Appartamento in Affitto Vacanza a Venezia San Marco per tempo.

Nella giornata di domenica si celebra la funzione solenne presieduta dal Patriarca nella Chiesa del Redentore alla Giudecca. Per attraversare il canale della Giudecca e consentire il transito della processione viene costruito un ponte di barche che collega Venezia alla chiesa.

All’aspetto religioso della celebrazione si affianca quello goliardico della festa popolare. Tra le tradizioni del Redentore a Venezia, la festa in barca è una delle più antiche. Sin dal tramonto del sabato, centinaia di imbarcazioni addobbate con frasche e palloncini colorati e ben illuminate affluiscono nel bacino di San Marco e nel Canale della Giudecca. In barca si festeggia e si cena in compagnia, con piatti della tradizione veneziana, in attesa dello spettacolo pirotecnico, che inizia alle ore 23.30 e dura fino a mezzanotte inoltrata. Poi le barche si danno appuntamento al Lido ad attendere l’alba.

È possibile partecipare in prima persona ai festeggiamenti scegliendo tra feste in barca e giri in gondola. In alternativa si può assistere ai fuochi d’artificio lungo le rive, ma è necessario posizionarsi con largo anticipo: le postazioni migliori (lungo la Riva degli Schiavoni e alla Giudecca) sono occupate già dalle prime ore del pomeriggio.

Sabato 18 e domenica 19 luglio 2015 Venezia vi aspetta per regalarvi uno spettacolo senza eguali. Scegliete ora la vostra Casa Vacanza a Venezia in occasione della Festa del Redentore: respirerete un’atmosfera magica che porterete per sempre nel cuore.